For you, for me

Questo post è interamente dedicato alla chiusura di un percorso umano e professionale vissuto all’estero, in Romania. Immediatamente, incappo in un ostacolo: come è possibile dare un giudizio finale, obiettivo ed assoluto al ricordo? Se è vero che molte delle esperienze della nostra vita hanno una fine, il grande bacino mnemonico ne conserva all’infinito le…

A special week

27.03/31.03 – A scuola, è stata una settimana particolare, quella chiamata “alt fel”. Il termine è inerente a delle attività extra-ordinarie che avrebbero sostituito le regolari lezioni scolastiche. Questa settimana alternativa prevedeva il lavoro di noi volontarie a tempo pieno. Per questo motivo, avevamo pianificato accuratamente le attività da svolgere con i ragazzi. Come sempre,…

TV Show

“Nel futuro chiunque sarà famoso per 15 minuti”. Andy Warhol Mercoledì 15 febbraio, in quanto volontarie dell’associazione rumena “Sirinia”, siamo state invitate a partecipare ad un programma televisivo, chiamato “Pulsul Zilei”, presso la televisione locale di Arad. Solitamente, il programma dura mezz’ora e durante questo intervallo di tempo abbiamo potuto farci conoscere alla comunità rumena…

Mărţişor

Ad Arad, nel giro di pochi giorni le temperature sono aumentate, passando da tre gradi mattutini fino a diciotto pomeridiani. È un meteo folle: capita che, in un giorno, il sole brilli in un cielo sereno e in quello dopo, piova a dirotto – è proprio il caso di dirlo: non esistono più le mezze…

Question

Con gli studenti più grandi, abbiamo avviato una discussione riguardante l’importanza di chiedere, di fare domande. Non è poi così scontato l’atto del domandare e il più delle volte l’imbarazzo o la paura di porre delle domande considerate “sbagliate” – non esistono domande sbagliate, semmai esistono domande mal poste – portano a non pronunciarsi. E…

Handcraft

Durante le scorse settimane, ci siamo concentrate sulla creazione di diversi lavoretti manuali da svolgere con i bambini più piccoli. Il materiale a nostra disposizione non era sufficiente per creare delle opere complesse – e forse anche più accattivanti – ma con l’immaginazione si può tutto; ecco che allora dei cartoncini colorati, delle forbici e…

Bucharest

Bucarest mi ha caldamente accolto  con una bufera di neve. Alle 8:30, atterrata con il primo volo del mattino, la città ha deciso di darmi il benvenuto con uno schiaffo di neve, gelo e vento. Le strade risultavano impraticabili e le automobili erano sommerse come corpi inermi e sconfitti. La neve accumulatasi sui marciapiedi era…

Italian Night

Parapam, parapam, parapampapapapà!!! Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta, dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa. Dov’è la vittoria? Le porga la chioma, che schiava di Roma Iddio la creò… Giovedì 19 gennaio 2017 è stata la “Serata Italiana”! Il Servizio Volontario Europeo, infatti, non è solo volontariato ma anche interculturalità, scambio di tradizioni, conoscenza dell’alterità…

Belgrade

Immensa, estesa e moderna: questa è Belgrado. Capitalista, grigia e lucente: questa è Belgrado. La capitale non conosce sonno: risplende anche nella sua luce artificiale. Possiede un’anima da Storia, Belgrado: è un curioso coro di voci pellegrine provenienti da ogni luogo. È la gemina alternanza di due alfabeti, quello cirillico e quello latino: è Belgrado….

Goodbye 2016

Ultimo giorno del 2016. Come ogni anno è tempo di bilanci. Sinceramente, non mi è mai interessato di ripensare all’anno precedente, nè tantomeno ho mai sentito l’obbligo di dovere tirare delle somme conclusive, forse in cerca di risultati e di buoni propositi. Non posso negare, però, che quest’anno è stato un anno particolare ed offenderei…

Intercultural Day

Azi, oggi, abbiamo celebrato la Giornata Interculturale. Spagna ed Italia si sono unite per diffondere il sacro Verbo dell’arte culinaria. Infatti, per rendere onore alle rispettive patrie native, abbiamo cucinato alcuni piatti tipici. Il nostro lavoro gastronomico era destinato agli alunni di una delle tre scuole dove operiamo. Lo scopo di questa giornata era la…

Budapest in love

È possibile innamorarsi di una città a primo impatto? Credo di sì. E in fondo, questo spiegherebbe anche il tatuaggio che ho sul collo. Ma Budapest… Entra nel cuore, come una freccia che scocca veloce. E non te ne accorgi, fino a che non piangi per lei, durante il ritorno verso casa. Quando vivi all’estero,…