A special week

27.03/31.03 – A scuola, è stata una settimana particolare, quella chiamata “alt fel”. Il termine è inerente a delle attività extra-ordinarie che avrebbero sostituito le regolari lezioni scolastiche. Questa settimana alternativa prevedeva il lavoro di noi volontarie a tempo pieno. Per questo motivo, avevamo pianificato accuratamente le attività da svolgere con i ragazzi. Come sempre, il metodo educativo utilizzato è stato quello non-formale. Di sotto, il programma completo:

  • Benvenuto, energizer e condizioni da rispettare;
  • Workshop vari, quali la “Libreria umana” e un seminario sulla figura della donna;
  • Attività sportive outdoor;
  • Karaoke e piece teatrale;
  • Arte e pittura;
  • Film inerente alla natura e all’ambiente;
  • Attività interculturale, quale la creazione delle bandiere patriottiche;
  • Conclusione delle attività, opinioni finali e ringraziamenti.

Il programma è piaciuto ai ragazzi, così come la partecipazione attiva delle attività. Complice il bel tempo, i giochi eseguiti all’aperto sono stati quelli più richiesti. Gli studenti hanno apprezzato il fatto di svolgere delle attività extra-scolastiche, in modo tale da potere esprimere al meglio la propria personalità, i propri interessi ed hobby. I workshop maggiormente apprezzati sono stati la “libreria umana” e il seminario riguardante le donne rumene che si sono particolarmente distinte nella società e nella storia. L’obiettivo della “libreria umana”, infatti, era quello di spingere le persone a parlare fra di loro, a conoscersi meglio e a condividere una propria storia personale all’altro. Spesso, si passano molte ore accanto al proprio compagno di banco, senza conoscerlo veramente. Ecco che questa attività, con la scusa del racconto, ha permesso a tutti di interagire. Il secondo workshop, quello inerente alle donne rumene, focalizzava l’attenzione sull’impegno, la tenacia e l’intraprendenza di coloro che, in qualche modo, hanno lasciato un segno nella società e che hanno donato onore e prestigio alla nazione. Si è quindi parlato di giornaliste, campionesse sportive, medici ed intellettuali. Ecco i nomi delle donne che abbiamo voluto rendere omaggio e fare conoscere agli studenti: Nadia Comaneci (ginnasta), Simona Halep (tennista), Ana Aslan (medico), Ana Pauker (politico) ed infine due gionaliste, Andreea Esca and Carmen Avram.


27.03/31.03 – In the school, it has been a particular week, called “alt fel”. It means that the activities would be different than ordinary. This alternative week provided for suspension of the normal school lessons to do something else. For this reason, we created a clear schedule based on not-formal education system. Here, the main activities treated:

  • Welcome, energizer and rules of “alt fel” week;
  • Workshop as “human library” and seminar about women;
  • Sport activities;
  • Karaoke and theatre play;
  • Art and painting;
  • Movie about nature and environment;
  • Intercultural activity, creation of national flags
  • Final vibes, opinions and greetings.

All of these activities earned a big successful form the students. They enjoyed to do something different by the normal lessons and they could express their own personality, interests and hobby. They liked two particular workshop: first, “human library” and the second one, the seminar about women. Goal of “human library” was to share personal stories and telling something totally new, unknown and interesting. A couple, the students got “writer” and “reader” roles and the writer red our personal tale, something special that he/she lived. Reader, obviously, heard the story, as he/she would read a book. As much time we pass close with our fellow without know him really and in a deep way.  With this exercise, they knew better each other, discover new things and confronting. The second interesting workshop was about women. In Romania, there are some exponents that give honour and prestige to the nation. We found some characters that made the history of the country, in different contest. Then, we spoke about Nadia Comaneci (gymnast), Simona Halep (tennis player), Ana Aslan (medic), Ana Pauker (politic) and finally, two journalists, Andreea Esca and Carmen Avram.

17523145_632821600247687_418635405560169933_n17760110_632821716914342_5643142951679381112_n17554031_629652040564643_1205387295080913757_n17626228_630576960472151_1208339127501348499_n17457960_628531380676709_2309216115476576458_n17634535_630576953805485_1704464017302869888_nDSCN2263

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s